LE CHIESE

La chiesa S. Nicola

Riva di Solto

La chiesa, edificata nel ‘500 venne più volte rinnovata fino al 1880, quando vennero aggiunte le due navate laterali. La facciata, tra barocco e neoclassico, pare opera del Fedreghini. L’ampio finestrone con loggia e balaustrina, fu costruito nel 1898; le due nicchie, originariamente vuote, furono riempite da due statue raffiguranti S.Nicola e S.Giuseppe opera del bergamasco Mario Toffetti (1981). Il portale è in arenaria di Sarnico mentre la porta realizzata da C.Costantini (1946) è in legno. Il campanile, rifatto nel ‘800 da G.Pellini, è dotato di 10 campane. La prima consacrazione risale al 1630; la seconda, in occasione del restauro del 1880, ad opera del Vescovo Mons. Gaetano Camillo Guindani.

Chiesa San Nicola

La chiesa di S. Rocco

Riva di Solto

La chiesa fu costruita per voto della comunità in occasione della peste del 1530 per seppellirvi i morti colpiti dal terribile morbo. La chiesa è strutturata con una unica navata, facciata realizzata in pietra di Sarnico e vetrate ad opera di V.Villa (1980). Nella volta un grande affresco attribuibile allo Scalvini. L’altare in marmi policromi risale al ‘500 ad opera presumibilmente del Fantoni. La pala raffigurante la “Pietà con San Rocco e San Sebastiano” è opera di Enea Salmeggia detto il Talpino (1589). All’interno possiamo ammirare altre opere come “I Quattro Evangelisti”, “San Filippo Neri” e “L’Angelo Custode” (di autori ignoti) ed un confessionale tutti risalenti al ‘700. La chiesa è arredata con banchi, confessionale e cattedra risalenti al ‘700-’800 e con due statue raffiguranti San Rocco (‘800) e Cristo Risorto (‘900).

Chiesa san Rocco

Chiesa parrocchiale dedicata a Santa Croce

Riva di Solto – Zorzino

La chiesa è una costruzione relativamente moderna realizzata da mastri muratori locali nel 1924 su progetto dell’architetto Giovanni Muzio e consacrata nel 1933.

La struttura, imponente, non manifesta note di rilievo anzi si presenta in uno stile indefinito. Per la sua realizzazione si sono impiegati anche grossi blocchi sbozzati di nero venato, una pietra nera simile al marmo estratta da una cava situata vicino all’abitato di Riva di Solto che ha fornito lo stesso materiale per le colonne della Basilica di San Marco a Venezia. Sul lato sud dell’edificio è presente un porticato, a cinque arcate, con colonne in pietra di Sarnico realizzato nel 1989. L’interno in una unica navata con volta a botte, è più piacevole e conserva numerose opere d’arte:

  • l’altare maggiore settecentesco
  • una preziosa croce del 1400
  • una pala del 1580 rappresentante la Madonna in gloria ed una , del 1651, rappresentante la Madonna con il Bambino
  • i Santi Pietro e Paolo
  • i quindici misteri del Santo Rosario
  • l’organo del 1799.

 

Santa croce

La chiesa di San Bernardino

Riva di Solto – Zorzino

Di fronte alla Parrocchiale, posta ad un livello inferiore, troviamo la chiesa di San Bernardino, dalla quale provengono le opere d’arte ora nella chiesa principale. Costruita nel 1480 sui resti di una più antica costruzione romanica, venne consacrata nel 1575 dal San Carlo Borromeo e del vecchio edifico conserva la base del campanile e l’abside. Secondo la tradizione la chiesa fu opera di soldati romani divenuti cristiani e stanziati a Castro dopo le persecuzioni. La sua facciata è del tipo a capanna e, nonostante vi siano stati numerosi rimaneggiamenti, conserva un bel portale in pietra di Sarnico. Al suo interno, ad una unica navata, vi erano affreschi del ‘400 attribuiti a Pietro da Cemmo. La comunità di Zorzino si staccò dalla pieve di Solto nel 1480, anno in cui si fa risalire la costruzione della chiesa. Nel 1886 fu rialzato il campanile, che si impostava su una struttura romanica , oggi non più a vista. Nella zona absidale sono visibili due corsi di fondazione semicircolare in bozze bugnate, pertinenti all’antica abside di epoca medioevale. Nel 1980 è stato rifatto il Campanile e nel 1996 il tetto della chiesa di San Bernardino.

San Bernardino

La chiesa di San Cassiano

Riva di Solto – Gargarino

La chiesetta sorge in un pianoro in località Gargarino a metà strada fra l’abitato di Riva di Solto e la frazione di Zorzino. Nel 1480 San Cassiano fu staccata dalla Pieve di Solto per decreto del Vescovo. Dalle visite pastorali da San Carlo Borromeo nel 1575 si apprende che nella Chiesa dei Santi Ippolito e Cassiano si esercitava la cura delle anime. L’edificio è di epoca medioevale: in origine aveva pianta rettangolare a navata unica, con terminazione absidale. Esternamente ad ovest è visibile il paramento antico su cui si apriva un ingresso archivoltato in elementi bianchi e grigi (databile al XIII secolo). Sul retro della chiesa si conserva la traccia di un altro ingresso, poi chiuso successivamente. La chiesa fu in seguito modificata con la costruzione sul fianco est di due piccole cappelle absidate: all’interno furono realizzati degli affreschi raffiguranti Cristo in Mandorla e i quattro Evangelisti, e lungo il muro occidentale, la storia della passione di Cristo entro piccoli riquadri, che svolgevano le funzioni di “Vangelo dipinto” durante la liturgia. Le pitture restaurate alla fine del secolo scorso, non sono integre: in origine l’interno della chiesa era riccamente decorato. Questi affreschi, insieme alla Madonna con il Bambino sul fronte della chiesa, sono di attribuzione ignota e risalgono al XIV secolo. Nel 1605, come riporta una targa sul retro della chiesa, fu modificata la zona absidale e fu costruito il campanile a base quadrata, con archetti a pieno centro. Nel XVIII secolo la chiesa subì nuove risistemazioni: fu chiusa una delle cappelle occidentali per la costruzione della sagrestia; venne realizzato il grande altare, davanti al quale fu sepolto nel 1747 il reverendo Giovanni Stefano di Ranzanico a cui, probabilmente, sono da attribuire questi ultimi interventi. Nel 1775 fu modificata la facciata della chiesa con l’inserimento del portale in pietra di Sarnico, su cui è riportata questa data. Nel pavimento della chiesa sono inseriti due palmenti di macina, sopra i quali sono incisi una croce e delle lettere, forse pertinenti ad antiche sepolture.

san cassiano